Hotel Cursula

DESIGNING GETAWAYS

Hotel Cursula

Continuità storica, sicurezza sismica, efficienza energetica. Questi gli elementi chiave da cui prende il via il progetto di demolizione e ricostruzione dell’ hotel Cursula a Cascia (PG), gravemente lesionato dal sisma del 2016. Il progetto è stato interamente sviluppato con la tecnologia BIM.

 

Urbanisticamente, per forma e posizionamento all’interno del lotto, l’ hotel porta con sé i tratti caratteristici del fabbricato precedente: quattro piani fuori terra, copertura a falde, una forma in pianta “L” a lati disuguali, integrando le modifiche necessarie per garantire il pieno rispetto nelle normative vigenti.

Architettonicamente l’ingresso dell’ hotel ritorna nella sua posizione originale, poi modificata nel corso degli anni, così da garantire agli ospiti una migliore localizzazione dalla strada e aprendo la vista sulla vallata. Un corridoio visivo tra la città e i monti circostanti. I paramenti in pietra, tipici del primo edificio, incorniciano le finestre verticalizzate, per fornire maggiore slancio all’ hotel e luminosità alle camere degli ospiti. Una parete vetrata esposta a sud è stata inserita per migliorare l’efficientamento energetico e captazione solare nell’area bar. L’edificio punta a raggiungere una classe energetica A+

L’Interior Design punta al recupero delle tradizioni e dei materiali locali, con un impiego di elementi in pietra, ferro e legno, inserendoli in un contesto moderno. Lo studio delle camere, le rende più accoglienti e calde, ricreando un’atmosfera autentica e rispettosa dei luoghi. Ogni spazio è studiato per aumentare l’efficienza e vivibilità facendo un attento utilizzo dell’illuminazione. Le “public areas” sono pavimentate in listone di legno e ceramica. La rinomata Locanda Giustini guarderà ora la vallata e

Strutturalmente si è voluto prediligere il raggiungimento delle più elevate prestazioni di sicurezza in caso di sisma: la nuova struttura in c.a. è isolata alla base inserendo sotto ciascun pilastro un isolatore con doppia superficie di scorrimento. I solai sono stati alleggeriti con una tecnologia tipo “cobiax”; si è invece preferita una soletta piena in c.a. per la copertura.

Tutt’ora in fase di approvazione, si prevede di attuare il protocollo internazionale LEED per ottenere la certificazione energetica.

Category:

DESIGNING GETAWAYS